passato

presente

futuro

LA MEMORIA

Rivendicare e raccontare la memoria del nostro passato, e di quella che consegniamo al futuro, è una necessità; il suo contrario, l’oblio, porta all’occultamento delle ragioni che ci hanno condotto fin qui.

Il passato è un tracciato da leggere e interpretare, il prezzo è l'incomprensione del presente e la passività di fronte al futuro.

 

"La struttura antica, anteriore al 1800, cioè alla rivoluzione francese, era concepita in modo da assicurare il godimento equo dei beni comuni allora di primordiale importanza quali i pascoli, i boschi, gli alpi (...).  Un patrimonio collettivo da conservare e da amministrare a beneficio di tutti. Non c’erano infatti pascoli, boschi, alpi di proprietà privata. Va anche detto che la struttura così concepita, armonica nel funzionamento e senza interferenze di competenze, esigeva la partecipazione di tutti i vicini (...). Questo coinvolgimento perpetuatosi nei secoli, una generazione dopo l’altra, ha efficacemente contribuito a forgiare il senso di appartenenza a una comunità, lo spirito di tolleranza, la collaborazione tra i membri, il rispetto dei diritti reciproci e quello per i beni collettivi o, per dirla con altre parole, il senso civico." Mario Fransioli, Dalpe, Pro Dalpe, 2002

 

 BASE

 

 MEMORIA

 

 PORTFOLIO

 

 PIANI

 

 BOOK

 

 WEB

 

 NEWS

 

 CONSULENZE

 

 LINK

 

 CONTATTO

 

 HOME

 

 IO